Genoa, Ballardini ha in mente dei cambi in vista del Bologna

Ancora un giorno di riposo per il Genoa che si ritroverà solo domani a Pegli per preparare la sfida con il Bologna. Il tecnico rossoblu, dopo il ko con il Sassuolo, è pronto a cambiare qualcosa. Il primo dubbio riguarda il portiere. Federico Marchetti contro i neroverdi ha mostrato qualche incertezza e in un paio dei gol subito c'è anche il suo zampino. Sabato, in amichevole con l'Alessandria, Marchetti ha palesato ancora una volta qualche incertezza. Intanto il giovane Radu si è reso protagonista con l'under 21 della Romania, parando anche un rigore. Il giovane portiere sta mostrando una condizione ottima, tanto che si è acceso un ballottaggio pe ril posto da titolare contro il Bologna. Radu potrebbe quindi esordire in serie A, un modo per lasciare il tempo a Marchetti di ritornare ai suoi livelli dopo il lungo stop della scorsa stagione.

Il rebus riguarda anche l'attacco. Pandev e Piatek sono intoccabili. Il macedone in nazionale si è reso protagonista contro l'Armenia siglando un gol e procurandosi un calcio di rigore. Piatek è diventato ben presto il giocatore più pericoloso della squadra rossoblu riuscendo a mettere in difficoltà qualsiasi avversario. Il giovane Favilli ha accusato un dolore all'adduttore e sarà quindi out nella sfida con il Bologna. Kouame e Bessa si giocheranno dunque un posto dietro le punte. Attenzione anche a Lapadula che è stato elogiato da Ballardini e che potrebbe ritagliarsi uno spazio a partita in corso. Il tecnico ha provato più volte l'italo-peruviano in coppia con con Piatek ma al momento si tratta solo di un esperimento.

Scalpita anche Pedro Pereira ma i dettagli sulla formazione anti-Bologna si capiranno solo mercoledì quando tutti i nazionali faranno ritorno al Signorini. Ballardini valuterà le condizioni della squadra, ma la sensazione è che qualche cambiamento dopo la debacle con il Sassuolo si renda necessario.

Alessandro Bacci



Pubblicato il 10 / 9 / 2018

Articoli simili