ULTIME NEWS: BEGATO PROJECT         LA CRISI DELL'EDILIZIA         IL DEGRADO DEI PLESSI SPORTIVI         TRENI ROCK & POP         IL DEGRADO DEI CIMITERI GENOVESI         L'ARRESTO DI LARA COMI         TORNA IN MALTEMPO IN LIGURIA         SI DEL COMUNE ALLA COMMISSIONE SEGRE         INTELLIGENZA ARTIFICIALE         PIAGGIO AEROSPACE        

Sampdoria, con il Frosinone per interrompere il mal di trasferta

Sampdoria e il mal di trasferta. Nell'ultimo biennio i blucerchiati hanno perso 22 trasferte su 39. Un numero preoccupante. Il finale della scorsa stagione si è concluso con quattro sconfitte consecutive lontano dal Ferraris e il debutto stagionale contro l'Udinese ha continuato la tendenza. Negli ultimi due anni la Samp è stata in grado di espugnare due volte Milano e l'Olimpico giallorosso ma non hanno mai vinto contro una squadra arrivata poi alle spalle in classifica. Insomma una squadra che si dimostra debole con le deboli e forte con le forti. L'opportunità di rompere questo incantesimo arriverà domenica contro il Frosinone, una squadra che in questo inizio di campionato non ha mai vinto e neppure segnato un gol. Sulla carta si tratterebbe dunque di una partita semplice, ma la Sampdoria lontano dal Ferraris è assolutamente imprevedibile. Sarà la squadra schicciasassi vista con il Napoli, o la debole Samp osservata a Udine? Solo il campo saprà dare il verdetto ma intanto Giampaolo studia qualche cambiamento. In questa settimana di sosta il tecnico ha puntato molto su Caprari. L'ex Pescara, però, non ha dato le risposte adeguate. Anche nell'amichevole di sabato persa dalla Samp contro lo Spezia l'attaccante non ha inciso, dimostrando scarsa fantasia e poca leadership. Giampaolo crede molto nelle sue potenzialità e continuerà ad attendere il 25enne romano. Praet sta tentando il recupero per riprendersi il posto da titolare mentre Jankto e Colley scalpitano in panchina e potrebbero essere loro le sorprese allo Stirpe.

Alessandro Bacci

 



Pubblicato il 10 / 9 / 2018