Genoa, Preziosi attende una reazione importante di Ballardini e la squadra

Il Genoa in cerca di una reazione. Dopo il poker subito all'Olimpico contro la Lazio i rossoblu hanno bisogno di rialzare la testa e spazzare via i primi venti di crisi. Per farlo il Genoa si aggrapperà all'effetto Ferraris, dove la squadra in questo inizio di campionato ha mostrato una faccia completamente diversa. Tra le mura di Marassi il Genoa ha subito solamente un gol in due partite, in trasferta il rendimento è assolutamente opposto. Un anno fa i rossoblù vantavano una delle migliori difese del campionato, soprattutto in trasferta: 12 gol subiti in 13 partite sotto la gestione Ballardini. Quest’anno sono già 9 in 2 gare. Numeri a dir poco preoccupanti. Il presidente Preziosi ha lasciato lo stadio Olimpico infuriato per l'ennesima batosta subita in trasferta. Il Genoa non fa punti lontano dal Ferraris dall'11 febbraio, in quel caso i rossoblu vinsero 1-0 contro il Chievo. Domani a Genova arriveranno proprio i clivensi e Ballardini cerca la terza vittoria consecutiva in casa. Domani si aprirà un miniciclo di sfide sulla carta abbordabili con Chievo, Frosinone e Parma. Qui il Genoa cercherà la svolta. È ciò che chiede il presidente Preziosi che adesso ha messo sotto esame il tecnico Ballardini. Già circolano i nomi di possibili sostituti, Davide Nicola resta in cima alle preferenze. Sembra prematuro, però, parlare di esonero anche perchè la tifoseria è dalla parte di Ballardini. Il Genoa domani si aggrapperà ancora al suo bomber Piatek già capocannoniere del campionato con una sfida in meno e a segno in tutte le partite ufficiali fino a questo momento. Se l'attacco funziona alla grande, la difesa è in cerca di equilibrio. Ballardini deve ritrovare in fretta la compattezza che ha fatto le fortune del Genoa nella precedente stagione. Come affermato dal capitano Criscito sui social il Genoa ha l'occasione di rifarsi dopo la sconmfitta con la Lazio davanti al proprio pubblico.

Alessandro Bacci



Pubblicato il 25 / 9 / 2018