GENOVA - "I periti potranno dare modalità di demolizione del ponte per conservare la prova: non blocchiamo nessuna demolizione. Anzi, per l’incidente probatorio potrebbe essere utile avere alcune parti di ponte già demolite da analizzare".

Così il procuratore capo di Genova, Francesco Cozzi, incontrando i giornalisti a Palazzo di giustizia. "L’abbattimento dei monconi del ponte può avvenire nel tempo più rapido possibile, magari privilegiando la parte della strada lungo il greto del Polcevera". "Il moncone est – ha aggiunto Cozzi – ha sicuramente un grado di pericolosità maggiore, per questo sembrerebbe pacifico che venga rimosso prima. Questo comporta di accertarne al più presto la stabilità e, magari, nelle more dell’incidente probatorio consentire, dopo gli esiti positivi del monitoraggio dei sensori, di fare accedere la popolazione nella zona".



Pubblicato il 28 / 9 / 2018