"Riprendiamoci Genova",domani la seconda manifestazione civica dopo quella di lunedě

‍

Genova. Dopo la manifestazione di lunedì scorso, domani Genova replica con un'altra dimostrazione pubblica dal titolo "Riprendiamoci Genova".

"Scendiamo in piazza perché, se è crollato il ponte Morandi, è anche una nostra responsabilità": stanno accumulandosi, a migliaia, le adesioni alla manifestazione di domani pomeriggio, alle 17, in piazza della Vittoria.

"Riprendiamoci Genova", come la manifestazione di lunedì, sarà senza bandiere e colori politici, ma solo con un unico simbolo, la Croce di San Giorgio, il vessillo di Genova.

"Gli obiettivi sono due: riflettere sul futuro della città che vogliamo, tra 15- 20 anni, e cambiare strutturalmente il recupero delle risorse per ripartire, ad esempio chiedendo che il 10% dell’Iva del porto rimanga a Genova", spiega Andrea Acquarone, economista e scrittore, oltre ad essere uno degli organizzaotori. Il corteo si muoverà lungo via XX Settembre, per approdare in piazza De Ferrari, dove alcuni cittadini potranno prendere la parola.



Pubblicato il 12 / 10 / 2018

‍