Boissano, uomo dimesso dall'ospedale e trasferito in carcere

Savona. E' stato dimesso dal'ospedale di Pietra Ligure (Savona) l'operaio di 47 anni accusato di aver soffocato con un cuscino sua moglie sabato scorso nella loro camera da letto a Boissano, nel savonese. L'uomo, che si era tagliato le vene subito dopo l'omicidio e per questo era stato sottoposto a intervento chirurgico, è stato trasferito in carcere a Savona. L'uomo è accusato di omicidio volontario.

Interrogato in ospedale l'uomo ha ammesso di aver soffocato la moglie in un accesso di gelosia: "Quando ha ammesso che aveva un altro uomo e che non voleva chiudere quella relazione - ha detto al magistrato - ho perso la testa, mi sono sentito un uomo fallito e l'ho soffocata". Oggi si svolgerà l'autopsia, disposta dalla procura, sul corpo della donna.



Pubblicato il 20 / 11 / 2018