Maratona Genova in onore delle vittime del crollo del Morandi

Dopo 14 anni la maratona è tornata a Genova e gli organizzatori hanno fissato un traguardo simbolico al 43/o km, allungando il percorso di 42,195 km, per onorare le vittime del crollo di ponte Morandi.

Il percorso è stato disegnato in modo da passare anche da via Fillak, a ridosso del viadotto crollato, e quando la corsa è passata di lì tra gli atleti ha prevalso la commozione sull'agonismo. Erano più di 1000 gli iscritti e oltre 400 quelli che hanno partecipato alla corsa mini (11 km). A dare il via alla gara la triestina Rita Giancristofaro, rimasta ferita nel crollo del ponte (ha subito 4 operazioni), appassionata podista.

"Purtroppo non posso correre. Ma era importante esserci, per me e per la città. Il via alla corsa è il via alla rinascita per la città. Auguro un ritorno alla normalità a tutti, partenti delle vittime, sopravvissuti, sfollati, residenti in Valpolcevera", ha detto. La Genova City Marathon è stata vinta dal marocchino Mohamed Rity, con il tempo di 2h31'54".



Pubblicato il 3 / 12 / 2018