Ponte Morandi, gli sfollati: "A breve i soldi della cessione delle case"

Genova. "Il sindaco è fiducioso di avere accredito a breve il denaro da parte di Autostrade e ci ha assicurato che non ci sono ostacoli per ottenere i ristori legati alla cessione dei nostri appartamenti entro la fine del mese, tutt'al più all'inizio di febbraio". Franco Ravera, presidente del comitato degli sfollati di via Porro e via Campasso, è ottimista all'indomani del settimanale incontro con il sindaco e commissario Marco Bucci e l'assessore comunale Pietro Piciocchi.

Le 266 abitazioni degli sfollati sono state cedute alla struttura commissariale e la cifra corrispettiva - 2.025,50 euro a metro quadro e, per chi ne ha diritto, 45 mila euro di Pris e 36 mila euro di immediato sgombero - dovrebbe essere versata un mese dopo la registrazione dei rogiti firmati entro il 20 dicembre secondo i termini di legge.

"Sappiamo che però i notai avevano circa due settimane per registrare gli atti - continua Ravera -, quindi siamo nei tempi". Il comitato ha inoltre deciso di convocare entro la fine del mese un'assemblea durante la quale si discuterà come destinare i fondi ricevuti in beneficienza. "Probabilmente li utilizzeremo per il pagamento delle utenze rimaste aperte - dice Ravera - ma dobbiamo ancora decidere con quali modalità".



Pubblicato il 10 / 1 / 2019

Articoli simili