Prosegue la protesta degli autotrasportatori

Continua la protesta degli autotrasportatori contro le norme europee.

Sollecitare la Commissione Europea a dire no all'approvazione della legge che vedrebbe ridurre i tempi di riposo degli autisti, due giorni in tre settimane, mettendo a rischio la sicurezza dei lavoratori e di tutti coloro che percorrono le autostrade in Europa.

Sono questi i motivi che hanno indotto i sindacati dell'autotrasporto, Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti a proclamare lo sciopero in corso in tutta Italia dall'alba e che a Genova durerà sino alla mezzanotte di oggi.

Nel capoluogo ligure ci sono presidi a tutti i varchi portuali e a Bolzaneto, con conseguenti disagi al passaggio dei mezzi. "Già oggi, con due giorni di riposo - spiega Mauro Scognamillo, segretario generale Fit Cisl Liguria - gli autisti hanno turni stressanti e lunghi e pensiamo che ridurre il riposo a due giornate ogni tre settimane sia pressoché inumano".



Pubblicato il 15 / 1 / 2019

Articoli simili