Scritte contro Guido Rossa, dopo la rimozione si indaga

Genova. Sono state immediatamente rimosse le scritte contro Guido Rossa che sono apparse ieri mattina in salita Santa Brigida a Genova, all'altezza della targa che ricorda l'attentato dell'8 giugno del 1976, quando il magistrato Coco venne ucciso dalle Brigate Rosse, insieme ai suoi uomini della scorta.

Una delle scritte lasciate sul muro offende la memoria di Guido Rossa, definito “infame” dalla mano ignota. Mentre un’altra scritta, posta proprio sotto la targa di marmo ricorda i nomi dei tre brigatisti Mara Cagol, Tino Viel e Gianfranzo Zoia. Una terza scritta prende di mira un giornalista genovese de Il Secolo XIX.

Dopo l'intervento della polizia si sta indagando sull'accaduto.



Pubblicato il 24 / 1 / 2019

Articoli simili