Morte di Jerry, via all'inchiesta per istigazione al suicidio

Genova. Sulla morte di Prince Jerry si è aperta un'inchiesta giudiziaria, un fascicolo su un'ipotesi precisa: istigazione al suicidio. 

Lo studente nigeriano di biochimica, 25 anni, ha deciso di mettere fine alla sua vita gettandosi sotto un treno alla stazione di Tortona. 

La spiegazione è racchiusa in un ultimo messaggio inviato al portavoce della Comunità di Sant’Egidio di Genova (città in cui era stato a lungo ospitato dalla comunità Migrantes di Coronata), un sms ora acquisito dalla Procura di Tortona: dopo due anni in Italia il giovane non ha retto al rigetto della richiesta di permesso umanitario.

Gli inquirenti stanno analizzando il cellulare della vittima e il materiale contenuto nello zainetto che aveva con sè. 

"Scusami Sergio - scrive rivolto a uno dei volontari che lo aveva aiutato e seguito in questi mesi - anche se ci sono persone che hanno qualcosa contro di me, chiedo scusa a tutti". Questo il messaggio di Prince a uno dei volontari di Migrantes. 



Pubblicato il 5 / 2 / 2019

Articoli simili