Alluvione 2011, palazzo Tursi prepara il risarcimento per le vittime

Genova. Il comune prepara il risarcimento per le sei vittime (quattro donne e due bambine) che persero la vita durante l'alluvione del 2011. Il 13 marzo in Cassazione si discuterà l'ultimo grado del processo contro Marta Vincenzi, ex sindaco di Genova, la cui condanna è stata confermata in appello, l'ex assessore Francesco Scidone e altri tre dirigenti del comune, condannati anche in appello per falso, disastro colposo e omicidio colposo plurimo.

Palazzo Tursi intanto prepara il risarcimento per le famiglie delle vittime, sei persone infatti persero la vita. Durante la prima condanna il giudice stabilì un risarcimento di circa cinque milioni ma il comune all'inizio si rifiutò di pagare. Alcuni avvocati allora si mossero per pignorare un quinto della pensione della Vincenzi e degli stipendi degli altri imputati, e dopo una serie di trattative si arrivò alla liquidazione delle provvisionali.

A dicembre, invece, si era aperta una finestra sui risarcimenti veri e propri, ben più alti delle provvisionali, e anche in quel caso era partita una trattativa che, dopo l’incontro di oggi, potrebbe trovare una conclusione.



Pubblicato il 26 / 2 / 2019

Articoli simili