Ponte Morandi, rimosso il tecnico di Spea che segnal presenza di amianto

Genova. Un mese dopo il crollo di ponte Morandi, il 15 settembre scorso, un tecnico di Spea (società controllata da Autostrade e delegata al monitoraggio della rete autostradale) aveva segnalato la presenza di amianto nei detriti della struttura, mettendo in guardia Asl e Arpal ma anche la Procura della Repubblica, dei rischi all'esposizione da parte degli operatori intenti alla demolizione.

Tre giorni dopo, il tecnico che denunciò la presenza di amianto, Maurizio Massardo, fu rimosso dal suo incarico. 

In questi giorni, grazie ai rilevamenti di Arpal e Asl, si è scoperto che il cemento armato con cui fu costruita la pila 8 contiene quantità di amianto. 

La stessa segnalazione era stata fatta da Stefano Giordano, vigile del fuoco, nonché consigliere comunale del M5S.
 



Pubblicato il 11 / 3 / 2019

Articoli simili