Ignorati i cartelli ai parchi di Nervi; Garassino:"Serve pi senso civico"

Il bel sole e la temperatura primaverile che hanno contraddistinto la giornata del primo maggio hanno portato molti genovesi ai parchi di nervi.

Il clima era ideale per un pic-nic al verde con la famiglia o con gli amici peccato solo che alcune zone del parco fossero interdette al pubblico. Numerosi cartelli vietavano di calpestare l'erba in determinati punti poichè appena piantata ma l'incuranza dei visitatori ha prevalso.

L'inciviltà che ha contraddistinto questo episodio non è passata inosservata e l'Assessore alla Sicurezza del Comune di Genova Stefano Garassino non ha fatto mancare il suo pensiero a riguardo.

"Intensificheremo i controlli" ha promesso l'assessore che si è poi appellato al senso civico dei cittadini, definito da lui stesso, momentaneamente non all'altezza di una città che vuole essere sempre più turistica come Genova.



Pubblicato il 1 / 5 / 2019

Articoli simili