Comizio Casapound a Genova, 300 poliziotti schierati: tensione e possibili scontri

 Genova. Si annuncia un pomeriggio ad alta tensione oggi nel centro di Genova per il comizio di Casapound in piazza Marsala e la concomitante manifestazione antifascista.

Se piazza Marsala sarà trasformata dalle forze dell'ordine di una sorta di "fortino" dal primo pomeriggio (il comizio è alle 18), con gli 'alari' - le barriere metalliche che vengono installate per evitare che i due gruppi arrivino allo scontro - e oltre 300 poliziotti schierati, gli antifascisti si sono dati appuntamento nella zona vicina alla prefettura, a poche decine di metri dalla piazza.

In presidio si riuniranno Cgil, Anpi, Arci, Comunità di San Benedetto e Libera e non è escluso che venga chiesto un incontro con il prefetto Fiamma Spena, mentre Genova antifascista si è data appuntamento a piazza Corvetto, per cercare di arrivare il più vicino possibile al comizio.

Al comizio di Casapound con Gianni Plinio e il candidato alle Europee Marco Mori sono attese una cinquantina di persone secondo le previsioni della Questura. Alcune associazioni hanno lanciato appelli per le 'balconiadi", l'esposizione ai balconi di striscioni e cartelli contro il movimento neofascista. Nel pomeriggio in piazza Marsala sono comparse alcune scritte in rosa contro il comizio: "Genova è solo antifascista" e "carogne". (ANSA).



Pubblicato il 23 / 5 / 2019

Articoli simili