Genova, assemblea "antifascista" alla Sala Chiamata del porto: chiude la giornata il segretario della Cgil Landini

Genova. Assemblea quest'oggi a Genova su Lavoro, democrazia e antifascismo, "perché è importante ribadire con forza che la Costituzione tutela la libertà di manifestare e di pensiero". Così il segretario generale della Cgil Maurizio Landini ha spiegato ai suoi iscritti l’iniziativa di oggi, alla Sala Chiamata, che lo vedrà chiudere i lavori con un suo discorso.

Genova scelta come simbolo, prima delle elezioni europee, perché crocevia del lavoro portuale e di varie crisi industriali. Una Genova "antifascista" dopo gli scontri di giovedì 23 maggio, durante la quale è rimasto ferito il giornalista di Repubblica Stefano Origone. 



Pubblicato il 4 / 6 / 2019