Forza Italia, Biasotti a Berlusconi: "Serve un cambiamento radicale"

Genova. Sandro Biasotti, coordinatore ligure di Forza Italia, ex governatore ligure, parlamentare da sempre fedele a Silvio Berlusconi, ha scritto al Cavaliere per chiedere "un radicale cambiamento di Forza Italia". Lo annuncia Biasotti citando il governatore Giovanni Toti: "Non ha da tempo aiutato il partito ma non è un traditore, ti vuole bene anche se è troppo critico ma è un valore aggiunto che non dobbiamo perdere o regalare a altri".

E aggiunge: "Dovresti nominare subito un comitato dandogli i poteri di scrivere le nuove regole per una democratica scelta del coordinatore politico di FI con primarie aperte da tenersi entro ottobre. E subito dopo primarie per tutti gli altri ruoli. Io nominerei nel comitato figure con cariche istituzionali: Tajani, Bernini, Gelmini, Carfagna, Cesa e Toti". "Addirittura proporrei alle primarie anche un nuovo nome al partito per dare idea di un nuovo corso. 'Altra Italia' o 'Ppi'. Al gruppo avevo proposto 'Partito Moderato Italiano Pmi' che richiama la piccola e media impresa".



Pubblicato il 13 / 6 / 2019