Ponte Morandi: via libera al risarcimento una tantum a commercianti e lavoratori autonomi

L'Avvocatura dello Stato  concede il via libera ai risarcimenti destinati ai lavoratori autonomi che abbiano richiesto l’indennità una tantum da 15mila euro per i danni subiti dopo il crollo del ponte Morandi e abbiano ricevuto anche un indennizzo da parte di Autostrade ad esclusione soltanto di coloro che, ricevuto l’indennizzo da Autostrade, abbiano firmato un accordo tombale con la società. 

È quanto rende noto la struttura del Commissario delegato per l’emergenza Giovanni Toti. 

La scadenza per presentare la domanda di risarcimento una tantum era il 20 giugno: le domande pervenute agli uffici di Regione Liguria sono state oltre mille complessivamente. 

Il risarcimento una tantum è destinato a coloro che  abbiano dimostrato la sospensione dell’attività per un periodo dai 30 ai 4 giorni lavorativi (nell’ultimo caso consecutivi e non consecutivi).



Pubblicato il 10 / 7 / 2019

Articoli simili