Festival di Sanremo, boom di ascolti per la prima serata

Il sessantasettesimo festival di Sanremo si é aperto con il grande interrogativo: c'è o non c'è? La Maria Nazionale infatti, con una febbre che pareva non scendere, é scesa comunque in campo, pardon, sul palco della prima delle cinque serate sanremesi.

A precedere il suo ingresso però un Tiziano Ferro anni '60, ha reso omaggio in "black and white" a Luigi Tenco. Toccante ed emozionate la sua interpretazione di "Mi sono innamorato di te" cantata nella penombra con suggestivi effetti scenografici.

Dopo la prima serata c'è già chi sostiene che questo festival sia di Carlo Conti o di Maria De Filippi; forse, più semplicemente, di "Carlo e Maria" come li ha simpaticamente definiti Maurizio Crozza. Un Crozza in gran rispolvero che non ha risparmiato nessuno: da Renzi a Salvini, passando per Gentiloni e Raggi.

Protagonista però la musica con i primi 11 big in gara. Ha aperto le danze Giusy Ferreri, seguita da Fabrizio Moro, Elodie, Lodovica Comello, Fiorella Mannoia, Alessio Bernabei, e ancora Al Bano, Ron, Clementino, e a chiudere l'italo albanese Meta.

A tratti  il palco dell'Ariston si é trasformato nello studio di "C'è Posta per te": l'empatica Maria De Filippi ha presentato gli eroi di tutti i giorni: i tanti soccorritori dell'Hotel Rigopiano, accolti con una standing ovation. Toccante il racconto di chi ha salvato la vitascavando a mani nude per settimane.

Ma..."the show must go on" e il palcoscenico dell'Ariston é stato calcato anche da sex symbol e superstar.

La chiusura: stop al televoto e i tre big a rischio eliminazione: Giusy Ferreri, Ron e Clementino.

Stasera i nuovi big in gara. Tocccherà a loro "farsi sentire".

Ma, come si dice, siamo solo all'inizio.

 



Pubblicato il 8 / 2 / 2017