Ventimiglia: rimossa la fontanella dei migranti

E' stata rimossa la fontanella posta all'entrata dei giardini Tommaso Reggio spesso usata  per lavarsi ed abbeverarsi dagli immigrati in attesa di varcare il confine e dai clochard.

La rimozione è stata ordina dal Sindaco  Gaetano Scullino, a capo di una giunta di destra di marca fortemente leghista  che ha deciso di chiudere i rubinetti dell’acqua pubblica.

"L’amministrazione ha voluto eliminare il problema “in nome dell’ordine e del decoro”. La fontanella è stata spostata all’interno dei giardini dove sarà utilizzata solo da mamme e bambini."

Così Scullino ha commentato durante una intervista al Secolo XIX.

La Cgil di Imperia invece tuona: “C’è chi bacia il rosario ma non conosce l’umanità”. Poi continua: “Il sindaco di Ventimiglia ritiene di intervenire sugli sprechi di acqua operati dai migranti e lo fa chiudendo e spostando una fontana: sia mai che la sera qualche ragazzo di colore possa sciacquarsi, lavarsi o bere. Il precetto cristiano ‘dar da bere agli assetati’ non va molto di moda, anche se c’è chi passa il tempo a baciare il rosario. Noi sappiamo da che parte stare. Noi restiamo umani”.



Pubblicato il 16 / 8 / 2019

Articoli simili