Nuovo governo o voto?

 

Si sono concluse ieri sera con il discorso del Presidente Sergio Mattarella le consultazioni dei partiti seguite alla crisi politica innescata dalle dimissioni di Giuseppe Conte martedì sera.

Una girandola di colori: verde, giallo, rosso, azzurro. Su posizioni spesso in antitesi fra di loro.

Fratelli d'Italia e Forza Italia, affermando il fallimento del governo giallo verde, spingono per andare al voto al più presto.

Della stessa opinione la Lega di Salvini che, con la sua mozione di sfuducia a Conte, ha innescato la crisi.

Salvini vorrebbe concretizzare il credito dei consensi accumulato in questo anno e mezzo per potersi candidare a Premier italiano.

La coalizione di centro destra, secondo i sondaggi, potrebbe raggiungere il 44% utile per una maggioranza parlamentare.

Berlusconi, ancora una volta ago della bilancia, potrebbe, però, rivendicare per il suo partito la Presidenza del Consiglio dei ministri o, in alternativa, la Presidenza della Repubblica nel 2022 mettendo in seria difficoltà Salvini con i suoi compagni di partito.

Sull'altro fronte M5S, Pd, Leu, Gruppo misto e forze minori tendono alla formazione di un governo che possa arrivare a fine legislatura, che riordini i conti dello stato, promuova una nuova legge elettorale, agisca in modo proficuo su ambiente, sanità, istruzione.

Il Presidente Mattarella,ieri, provato ma anche turbato, ha ricordato che il primo bene a cui tendere è quello dei cittadini e che la Costituzione prevede che le elezioni avvengano ogni 5 anni.

Ha concesso tempo fino a martedì per trovare un accordo scevro da ogni atteggiamento autoreferenziale e propagandistico.

Già da oggi dovrebbero partire le consultazioni fra M5S e Pd che potrebbero trovare un accordo sui punti posti da ambedue le forze politiche

Non sembra ancora, però, tramontata la possibilità di un secondo governo gialloverde con un nuovo Premier differente da Giuseppe Conte e nuovi ministri.

Impossibile, ad oggi, fare un toto Premier.



Pubblicato il 23 / 8 / 2019

Articoli simili