Minigronda: l'opinione di Stefano Balleari

«La possibilità di realizzare una mini Gronda non è mai stata condivisa con la nostra amministrazione comunale né tanto meno è stato mai commissionato uno studio in merito.  - Queste le parole di Stefano Balleari Vice Sindaco di Genova e Assessore comunale alla mobilità -  Unica traccia che ci risulta in merito è un progetto, vecchio e superato, di cui si era parlato prima del dibattito pubblico avviato dall'allora sindaco di Genova Pd Marta Vincenzi, la cui sintesi ha portato all'attuale progetto esecutivo. La cosidetta mini Gronda è stata stralciata tra le opzioni possibili per i pesanti effetti che avrebbe avuto sul Ponente genovese, sui quartieri di Sestri Ponente, Sampierdarena e sul lungomare di Pegli, che sarebbe stato completamente cancellato dall'infrastruttura». Conclude Balleari. 

Molteplici sono le opinioni contrastanti sulla gronda. La stessa Alice Salvatore, capogruppo in regione del Movilento 5 Stelle fa sapere che il loro no non si riferisce alla gronda in sè ma all'attuale progetto che necessita di una revisione. 



Pubblicato il 26 / 8 / 2019

Articoli simili