Votata la mozione M5S in regione sull'amianto

"Lo scenario regionale ci impone di intervenire per mettere mano alle criticità connesse con l'amianto, killer silenzioso che continua a mietere vittime a 30 anni dalla sua messa al bando: perdere tempo con le diatribe politiche e le accuse non risolve le criticità e non dà risposte ai cittadini. Solo dotandoci di strumenti efficaci possiamo pensare di mettervi davvero mano e tutelare così la salute dei cittadini", ha dichiarato il consigliere regionale Fabio Tosi, primo firmatario della mozione votata favorevolmente nell'odierna seduta consiliare.

"Abbiamo accettato gli emendamenti proposti dalla Giunta perché crediamo che questo tema sia vitale e debba essere affrontato con serietà. Non si possano prendere in giro i cittadini, che da noi si aspettano azioni concrete. Da questo momento vigileremo affinché Regione Liguria appronti tutte le azioni necessarie per risolvere le criticità", ha concluso il consigliere Tosi a fine votazione.

Non si è fatta attendere la risposta della Lega  che attraverso ha polemizzato contro i comportamenti del Pd.

“Su questo tema il Pd e il M5S si dividono. Ringrazio l’assessore (Viale) che ha accolto il tema della mozione presentata dai pentastellati, tuttavia riportando sulla strada giusta e su un piano realistico e concreto l’iniziativa votata favorevolmente dall’intera aula consiliare.

I consiglieri del Pd, invece, hanno votato dapprima contro gli emendamenti per evitare di dover ammette che in dieci anni non avevano fatto nulla sul tema dell’amianto, poi hanno votato a favore la mozione così modificata che certifica che nei 4 anni di questa amministrazione regionale il percorso a tutela della salute pubblica è stato finalmente avviato”.



Pubblicato il 18 / 9 / 2019