ULTIME NEWS: BEGATO PROJECT         LA CRISI DELL'EDILIZIA         IL DEGRADO DEI PLESSI SPORTIVI         TRENI ROCK & POP         IL DEGRADO DEI CIMITERI GENOVESI         L'ARRESTO DI LARA COMI         TORNA IN MALTEMPO IN LIGURIA         SI DEL COMUNE ALLA COMMISSIONE SEGRE         INTELLIGENZA ARTIFICIALE         PIAGGIO AEROSPACE        

Genoa, Pescara sfida decisiva per il futuro di Juric

È una settimana decisiva per il Genoa, inutile nasconderlo. I rossoblu continuano a lavorare a pieno ritrmo al Signorini di Pegli consapevoli che quella di domenica a Pescara sarà una sfida da non sbagliare. L'avversario è in piena crisi: in zona retrocessione ma con uno Zeman pronto a ritornare sulla panchina abruzzese. Il Genoa, però, non può permettersi l'errore di sottovalutare l'avversario. Se per i giocatori è una partita da non sbagliare, per Juric rischia di essere la gara decisiva della stagione. Perdere ancora, contro una squadra così in difficoltà, potrebbe anche spingere il presidente Enrico Preziosi al cambio di allenatore. 3 punti nelle ultime 10 partite di campionato sono un bottino troppo esiguo che ha spinto i rossoblu nelle zone basse di classifica. L'ultima vittoria in serie A risale al recupero di Genoa-Fiorentina il 15 dicembre. Due mesi di astinenza da vittorie che hanno fatto perdere la pazienza anche al presidente Preziosi. Da quel momento sei sconfitte e due pareggi.

I problemi per Juric si moltiplicano anche per le assenze di Veloso e Taraabt, due elementi che possano cambiare le partite con una giocata. L'ipotesi più accrediata per sostituire il portoghese al momento è quella dell'inserimento di Cataldi in mediana. Non è da escludere neanche un possibile cambio di modulo, magari con un 4-3-2-1 che assicuri maggiore copertura. Al momento dal Signorini di Pegli l'allenatore non offre spunti sotto questo punto di vista, mischiando continuamente le carte in tavola. Intanto Armando Izzo attraverso i sociale network ha suonato la carica “Tutti insieme usciremo da questo moemnto negativo, testa bassa e pedalare!”. Ora piùà che mai il Genoa ha bisogno di una svolta e soprattutto di una vittoria.

Alessandro Bacci



Pubblicato il 16 / 2 / 2017