Ponte Morandi: nuovo bando del Comune

Il Comune di Genova continua a sostenere, con un bando per oltre 430 mila euro di contributi, le aziende con sede o attività nella zona in difficoltà a seguito del crollo del ponte Morandi.

Dalle ore 16 di lunedì 7 e sino a giovedì 31 ottobre sarà possibile, per le “microimprese” (ossia imprese con meno di 10 occupati e un fatturato non superiore a 2 milioni di euro) presentare domanda per la concessione di contributi economici.

Due le novità rispetto alla precedente edizione del bando: l’ampliamento dell’area dove le aziende devono avere sede o unità operativa (che ora racchiuderà un ampio perimetro tra piazza Pallavicini a Nord e via Paolo Reti a Sud, mentre nella precedente edizione di maggio 2019 comprendeva solo via Fillak, via Capello, via Salinero e via del Campasso) e quello della tipologia delle imprese ammesse, che potranno essere anche operatori a sede fissa dei mercati di merci varie (in questo caso, il mercato merci varie di Certosa e quello di Via Anzani).

 

“Questo bando – sottolinea l’assessore al bilancio Pietro Piciocchi – dimostra l’attenzione che il Comune di Genova vuole continuare ad avere nei confronti delle persone che vivono nella zona ferita dal crollo del ponte e che sappiamo continuano a soffrire situazioni di disagio. Un’iniziativa che si aggiunge ad altre che abbiamo assunto e che si riconduce ad una gestione dei fondi ricevuti attraverso le donazioni, condotta con la massima trasparenza dall’amministrazione comunale”.



Pubblicato il 7 / 10 / 2019