Genova Tattoo convention

Da venerdì 11 a domenica 13 ottobre torna all’Rds Stadium (Lungomare Canepa 155, Sampierdarena) Genova Tattoo Convention, rassegna dedicata alla cultura dell’ inchiostro su pelle con oltre duecento tatuatori provenienti da tutta Italia e dall'estero. Prima tappa di un tour che toccherà nei prossimi mesi altre città dello stivale, la quattordicesima edizione di Genova Tattoo Convention inserisce per la prima volta nel suo programma tre iniziative inedite: l’incoronazione di due Miss Tattoo, il contest “La barba della Lanterna” e la collaborazione con Walk the Line, progetto di street art genovese noto per le opere sui muri delle case di Certosa e sui piloni della Sopraelevata.

Le gare di tatuaggi di Genova Tattoo Convention vedono sfidarsi più di duecento tatuatori in differenti categorie. Si comincia venerdì 11 ottobre con il “Best of day”, premio dedicato alla miglior opera della giornata che si ripete anche sabato e domenica. Sabato 12 ottobre tocca a “B/n tattoo small/medium” (tatuaggi realizzati in qualsiasi stile in bianco e nero dalla dimensione massima di quindici centimetri), “Color tattoo small/medium (tatuaggi realizzati in qualsiasi stile a colori dalla dimensione massima di quindici centimetri e “Best artist” (tatuaggi degli artisti presenti non eseguiti in convention ed eseguiti in qualsiasi stile e dimensione). Domenica 13 ottobre si chiude la quattordicesima edizione di Genova Tattoo Convention con le gare “B/n tattoo big” (tatuaggi realizzati in qualsiasi stile in bianco e nero dalla dimensione minima di venti centimetri), “Color tattoo big” (tatuaggi realizzati in qualsiasi stile a colori dalla dimensione minima di venti centimetri), a tema “Leonardo Da Vinci” 

La pelle e la strada, unite nel segno del disegno artistico: Walk the Line, progetto noto per portare la street art in luoghi come Certosa o i piloni della Sopraelevata.

Una delle novità dell’edizione 2019 di Genova Tattoo Convention è “La barba della Lanterna”, contest che vedrà gareggiare, domenica 13 ottobre, “barbuti” provenienti da tutta Italia. «“La barba della Lanterna” 



Pubblicato il 7 / 10 / 2019