Sampdoria, buon punto con il Cagliari

Doveva essere una sfida tranquilla, invece Sampdoria Cagliari ha saputo regalare emozioni ai tifosi presenti al Ferraris. Termina 1-1 ma le due squadre si sono affrontate a viso aperto cercando di portare a casa i tre punti con ogni mezzo. Una gara con mille occasioni, dieci cartellini gialli nonostante una sfida per nulla cattiva, e un pareggio finale che sta bene a tutte e due, ma più stretto agli ospiti che hanno protestato, soprattutto, per un gol annullato a Ibarbo al novantesimo.

La Samp regala il primo quarto d'ora agli avversari e ai sardi bastano sei minuti per trovare la rete grazie a un tiro violentissimo di Isla, imparabile per Viviano. I blucerchiati lentamente reagiscono. Ad accendere la luce ci pensa ancora una volta Luis Muriel. Il colombiano prima salta un avversario sulla corsia di destra e poi crossa un pallone in area. All'appuntamento si fa trovare pronto Fabio Quagliarella che dopo 3 mesi di astinenza da goal può tornare a esultare sotto la gradinata sud. Nella ripresa Giampaolo inserisce Djuricic al posto di uno spento Fernandes e poi Linetty per Praet per dare maggiore sostanza al centrocampo. È il Cagliari, però, ad avere le occasioni più ghiotte. Sau si fa iptonitazzare due volte davanti a uno straordinario Viviano, ancora una volta decisivo. Nel finale poi Torreira colpisce un palo clamoroso a porta sguarnita. Molta sfortuna per il giovane uruguayano tra i migliori in campo.

La Samp ha sofferto soprattutto a centrocampo dove il Cagliari ha fatto valere la propria forza fisica, come affermato da Giampaolo nel post partita. Sulla prestazione dellle due squadre ha influito anche il campo del Ferraris in condizioni pessime. Tutto sommato, però, il pareggio può essere considerato positivo per la Samp.

Alessandro Bacci

 



Pubblicato il 20 / 2 / 2017