DECLASSATA ALLERTA ROSSA AD ARANCIONE FINO ALLE 24

Nel complesso è andata meglio di come ci potevamo aspettare, e di questo siamo felici. Le allerte vengono emanate  da tecnici capaci e vanno sempre rispettate. ma le allerte meteo si devono rispettare sempre. Dobbiamo imparare tutti quanti a non utilizzarle per fare polemiche o considerazioni non scientifiche. Il lavoro compiuto in questi anni sui temi della Protezione civile  è servito ad aumentare la consapevolezza che l’unica cosa importante è la sicurezza dei cittadini”.

Lo ha detto il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti dopo la comunicazione del declassamento dell’allerta meteo da rossa ad arancione fino alle 24, per poi virare in gialla, salvo diverse indicazioni.

“Questo non significa – ha continuato il presidente di Regione Liguria Toti – che il rischio sia calato, ma solo che nelle prossime ore la perturbazione potrà investire porzioni più limitate di territorio. In pratica saranno possibili precipitazioni violente in un area più ristretta, permane comunque un certo livello di pericolosità per i rivi minori”.

Verrà riaperta questa sera, al massimo  domani  ha comunicato il sindaco Marco Bucci la strada verso San Carlo di Cese interrotta da una frana su cui stanno lavorando i rocciatori per le operazioni di disgaggio.

Limitato il numero degli evacuati e solo in via precauzionale: tre le persone evacuate in via Rubens a Vesima e uno in via Costa d’Erca in zona Fabbriche. Tutte le  pattuglie di controllo dei fiumi verranno mantenute fino a domattina alle 6 per garantire un maggior controllo del territorio fino al termine della perturbazione.



Pubblicato il 21 / 10 / 2019