"Pra'lmarium"

Questa mattina a palazzo Tursi si è svolto un nuovo incontro tra i diversi attori coinvolti nel tavolo tecnico “Pra’lmarium”, nato per il recupero, la valorizzazione, la tutela della salute e il miglioramento della qualità della vita dei cittadini del sestiere praese di Pra’- Palmaro.

«Sono molto soddisfatto delle attività del gruppo di lavoro odierno, che ha visto la partecipazione e la disponibilità di tutti gli interlocutori e che ha portato RFI, cioè “Rete ferroviaria italiana”, ad impegnarsi sull’attuazione di iniziative che possano diminuire l'impatto ambientale del porto ferroviario su quella parte della nostra città». Dichiara Francesco Maresca Assessore allo Sviluppo Economico Portuale e Logistico.

La riunione ha posto l’accento sulla necessità di attuare alcune pratiche di mitigazione dei rumori del parco ferroviario soprattutto nelle ore notturne. Ferrovie, tramite RFI si è impegnata per uno studio di fattibilità sulla realizzazione di un impianto fisso di lubrificazione dei binari, per eliminare gli stridii da tallonamento delle ruote dei carri ferroviari. A cui si aggiunge il progetto di un passaggio a livello stradale in ingresso terminal PSA Genova - Pra' per eliminare le fermate e ripartenze dei treni portuali.

Altri studi di fattibilità riguardano l’installazione di un impianto di automazione degli scambi che possa ridurre i rumori delle attività portuali, in modo da aumentarne efficienza e velocità delle movimentazioni. E’ anche allo studio la sostituzione dei locomotori diesel con quelli ibridi.



Pubblicato il 23 / 10 / 2019

Articoli simili