Ponte Morandi: incentivi economici per chi lavora nei weekend

 Sono stati ottenuti risultati significativi da parte delle organizzazioni sindacali: “Ai lavoratori che saranno impegnati nei week end e nei giorni festivi saranno riconosciuti ulteriori trattamenti economici oltre a quanto già previsto dalla contratto nazionale collettivo”, spiegano le organizzazioni sindacali. E’ stato inoltre definito la turnazione sulle 24 ore secondo un preciso schema: 6-14, 14-22 e 22-6. “E’ stata fissato un contributo di spese viaggio mensile in base ad una tabella chilometrica che va dai 25 km distanza fino agli 850 km. E’ giusto che ci sia un riconoscimento anche per chi abita vicino a Genova e ogni giorno si deve spostare”. Infine in questo accordo è stato siglata un’intesa per il momento unica in Italia: l’indennità di disagio. “La società riconoscerà in favore del personale addetto alle lavorazioni di costruzione delle pile una maggiorazione pari al 10%, 15% o 20% calcolata sulle varie elevazioni delle stesse”. Tutte queste indennità sono riconosciute con gli arretrati dal 1 giugno 2019 giorno che i lavoratori hanno iniziato a ricostruire il ponte



Pubblicato il 31 / 10 / 2019