Toti Salvatore scontro sugli edili del ponte Morandi

Infuocato dibattito con strascichi facebook fra Alice Salvatore, capogruppo M5S in consiglio regionale  e Giovanni Toti, Governatore ligure.

Tutto è partito da un cominicato stampa della Salvatore di ieri sui lavoratori edili del ponte Morandi. 

 “La Liguria ha avuto, come tutti sappiamo, una grandissima tragedia: il Ponte Morandi. Nell’ambito della demolizione prima e ricostruzione poi, sia il commissario per la ricostruzione Bucci sia il commissario per l’emergenza Toti hanno più volte promesso a sindacati ed associazioni, oltre che a tutti i cittadini, che la ricaduta occupazionale di questi lavori avrebbe riguardato la Liguria”. scrive la Salvatore

“Molti ci hanno creduto. I soldi, tanti e arrivati in tempi rapidissimi grazie al ministro Toninelli, hanno permesso una velocità di azione mai vista in altre tragedie italiane.

Quanti sono gli operai liguri impiegati nella ricostruzione? Dieci. Si, non è un errore: dieci su 150”.

“Tutte le aziende della Liguria che potevano essere impiegate in questo ambito sono state saltate, dimenticate, a volte escluse a prescindere da Fincantieri o Salini. Tutti i lavori che non prevedevano strutture specializzate potevano, anzi dovevano, essere date ad aziende e manodopera ligure. Non solo per dare forza ad un settore che sta perdendo centinaia di imprese ogni anno, ma anche per rinnovare l’eccellenza dei nostri lavoratori, grandi professionisti e instancabili nelle loro mansioni”.

“Ma andiamo oltre. Cosa ha fatto la Regione per tutelare un comparto, quello dell’edilizia che in tutti gli anni di presenza della giunta Toti ha continuato a perdere migliaia di posti di lavoro? Semplice: nulla.

Ogni sigla sindacale, ogni associazione di settore continua a ripetere che c’è crisi, che le aziende, quasi sempre microimprese, non ce la fanno, chiudono, sempre di più si perdono posti di lavoro. Ma Toti è concentrato esclusivamente sulle multinazionali. Fa grandi affari con le aziende di tutto il mondo, tranne che con la Liguria”.

“Ho detto in Consiglio regionale al Presidente che lui è un “presidente inutile”. È vero. E aggiungo pure dannoso. Quando iniziamo a tutelare i liguri? Finché c’è Toti mai, loro pensano a Roma, a Milano e alle zone da cui provengono. E sono molto simili ai loro predecessori, che hanno venduto nei decenni ogni singola fetta del nostro territorio, hanno insultato la nostra regione rendendola un colabrodo, dove se piove una volta viene giù il finimondo. Ci hanno usato. Sempre”. 

Questo uno sunto del comunicato della Salvatore.

Pronta la risposta di Giovanni Toti  un post facebook.

"Alice Salvatore, capogruppo del Movimento Cinque Stelle in Regione Liguria, sostiene che io sia inutile e che se a Genova le cose vanno bene, compresa la ricostruzione del ponte, sia merito di Toninelli. Voi che ne pensate?"

Purtroppo sotto il post, oltre a commenti civili e politicamente corretti,  si sono scatenati i leoni da tasteira che hanno  rivolto alla Salvatore pesanti insulti. 

 



Pubblicato il 6 / 11 / 2019