Orlando, la discesa in campo dello spezzino

Ha sciolto la riserva dopo la candidatura di Emiliano. Alla guida della segreteria del Partito Democratico, si candida anche Andrea Orlando, ministro della Giustizia, spezzino, classe '69, un passato "storico" di militanza nel Pci.

Il suo primo commento sulla candidatura é stato : "Mi candido perchè voglio un Partito Democratico profondamente diverso,Cheap Replica Watches in grado di dialogare con i numerosi problemi degli italiani. Voglio un partito di responsabilità, che non usi prepotenza".

Secondo i risultati di un sondaggio dell'istituto Swg, la scissione del Pd, ad ora, sarebbe costata uno smacco del 3,2%. Rimarebbe a quota 28%, nonostante le turbolenze.

Andrea Orlando sarà a Genova sabato 25 per presentare la sua candidatura nel capoluogo della sua regione.



Pubblicato il 25 / 2 / 2017