Arcelor Mittal: lo scontro all'interno del M5S

Duro scontro all'interno del M5s sulla revoca dello  scudo penale che ha permesso al Gruppo Mittal di ipotizzare la rescissione   del  contrtto stipulato x la bonifica e l'acquisto  dell'Ex Ilva. 

Gli eletti pugliesi dei 5 Stelle capitanati dall'ex ministra e futura candidata a Governatrice  della Puglia Barbara Lezzi sono totalmente contrari al ripristino dello scudo penale nonostante la stessa Lezzi  avesse votato nel Consiglio dei ministri del 6 agosto (salvo intese) il decreto Impresa che reintroduceva lo scudo 

I 39 pugliesi del M5S hanno incontrato il Premier Conte che ha ribati la necessità di riposizionare lo scudo per poter andare avanti con la trattativa con il Gruppo Mittal, che, chiede anche  l'esubero di 500 lavoratori. Accanto a lui, della stessa opinione, il Ministro dello sviluppo Stefano Pattuanelli, Federico d'Incà Ministro dei rapporti con il Parlamento e lo stesso leader del M5S Luigi Di Maio. 

Ma che cosa chiedono i grillini  pugliesi? 

No allo scudo, decarbonizzazione dell'acciaieria, accelerazione dei piano ambientale.

Questa spaccatura sull'Ex Ilva rischia di far cadere il Governo che si regge, già, su esili equilibri.

 

 



Pubblicato il 13 / 11 / 2019

Articoli simili