Sampdoria-Palermo, il pareggio prezioso

È una Sampdoria che non muore mai. Ancora una volta i blucerchiati riescono a cambiare la partita nei minuti finali di gara. È successo anche nella sfida sul campo del Palermo che si è conclusa 1-1. Al termine di una delle prestazioni peggiori dal punto di vista del gioco della Samp, è arrivato allo scadere dei minuti di recupero il tiro vincente di Fabio Quagliarella. Nel primo tempo è Nestorovsky a trovare il goal del momentaneo vantaggio dei rosanero su calcio di rigore concesso in modo molto dubbio dall'arbitro per un contatto in area tra Berezsinsky e lo stesso attaccante. La reazione della Samp si fa attendere con la coppia Quagliarella – Schick che non riesce ad essere concreta. A centrocampo pesa l'assenza del faro Lucas Torreira, sostituito da un Cigarini che prova a ed essere propositivo ma appare lontano dalla forma fisica migliore. Praet e Djuricic risultano inconcludenti e spesso il palermo ha ampi spazi per ripartire in contropiede. Ecco allora che Marco Giampaolo interviene con i cambi. Dentro Linetty, Fernandes e Muriel. È la mossa vincente. I tre giocatori subentrati donano freschezza alla manovra blucerchiata. Fernandes sciupa un'occasione ghiotta di testa davanti al portiere eMuriel appare in una giornata no. Eppure è proprio una delle classiche fiammate del colombiano a cambiare la sfida. Il numero 9 della Samp serve un pallone in mezzo per Fabio Quagliarella che con un destro ben piazzato trafigge Posavec. Ancora una volta i meriti vanno al tecnico Giampaolo capace di cambiare la partita azzeccando le giuste sostituzioni. Una partita complicata per i blucerchiati apparsi più appannati del solito e con poche idee in fase offensiva. La Samp porta a casa un punto prezioso e raggiunge il traguardo dei cinque risultati utili consecutivi.

Alessandro Bacci



Pubblicato il 27 / 2 / 2017