Arcelor Mittal: fumata nera al Mise

Non è stato trovato nessun accordo nell'incontro che si è tenuto al Mise fra il Ministero delle sviluppo economico Stefano Pattuanelli e Lucia Morselli AD di Arcelor Mittal.

Ferma  la Morselli nel sostenere la coerenza del loro percorso. Cadendo lo scudo penale il Gruppo si vede costretto a restituire l'ex Ilva entro il 4 dicembre poichè il Governo viene meno ad una delle clausole cardine dell'accordo sottoscritto con Mittal che permetteva di procedere con il piano di risanamento ambientale in totale protezione penale. 

I sindacati prospettano una protesta dei lavoratori atta a non far spegnere i forni mentre il Premier Giuseppe Conte chiede al suo Governo  una rapida soluzione. 

Intanto la Procura di Milano apre  un fascicolo esplorativo e scende in campo a difesa degli interessi pubblici anche nel giudizio civile.

Tutti contrari i partiti alla chiusura dei forni. La minoranza (Forza Italia, Lega e Fratelli d'Italia) spingono affinchè si arrivi  ad un accordo con il Gruppo Mittal. 

I sindacati mantengono la linea. Sostengono che ArcelorMittal non può esercitare un diritto di recesso, che il contratto va rispettato, ma che anche il Governo deve rispettare i patti alla base di quell'accordo.



Pubblicato il 16 / 11 / 2019

Articoli simili