Arcelor Mittal verso un nuovo contratto

E' stato compiuto un passo importante verso una ritrovata serenità fra Arcelor Mittal e il nostro Governo. 

Dopo quattro ore di trattativa il Premier Conte è riuscito a rimandare la chiusura dei forni in attesa di un nuovo accordo con la proprietà. 

Il governo concederà una breve pausa nella battaglia legale se nel frattempo non si fermerà l’acciaieria. 

"Le discussioni continueranno con l’obiettivo di raggiungere al più presto un accordo per una produzione sostenibile di acciaio a Taranto”, scrive la multinazionale dell’acciaio.

Un  nuovo piano industriale, anche con un possibile coinvolgimento pubblico”, ha spiegato Conte al termine dell'incontro.

Due sono le priorità del Governo:  la salvaguardia occupazionale e la tutela ambientale.

Contrarissimo all'esuero di 5000 lavoratori il Ministro dell'Economia disposto a trovare forme alternative di risoluzione. 

Il colosso franco-indiano tenderebbe alla chiusura di un nuovo accordo che tuteli la proprietà durante la riconversione dell'acciaieria e che permetta un risanamento verso un contenimento dell'inquinamento e un piano di binifica approvato da ambo le parti. 

 

Anna P.



Pubblicato il 24 / 11 / 2019

Articoli simili