Genoa: Motta prepara il match a Lecce

Al Via Del Mare di Lecce passa uno di quei treni, o forse di quelle navi per rimanere in tema marinaresco, che il Genoa non deve e non può lasciarsi scappare.
I salentini sotto la guida dell'ex tecnico rossoblu Liverani si sono momentaneamente staccati dalla zona caldissima e viaggiano ora a più quattro sui ragazzi di Thiago Motta, motivo per cui un successo esterno contribuirebbe non solo a risollevare la classifica, ma anche a riagganciare una diretta rivale.
Per scoprirsi corsaro l'allenatore italo brasiliano si affiderà ad una formazione quasi obbligata, considerati gli stop a Lerager, Zapata e Kouamé.
L'unico vero dubbio per il tecncio è sapere chi tra Criscito e Pajac si prenderà la corsia mancina: il primo non appare ancora fisicamente al massimo, il secondo è in buona forma ma non garantisce la stessa qualità. Per il resto in difesa spazio a Romero e Biraschi con il recuperato Ghiglione a destra, centrocampo con Schone, chiamato a migliorare le sue prestazioni in regia, con Sturaro e Cassata ai lati, e attacco mobile con Agudelo e Pandev a supporto di Pinamonti, destinato a scalzare nuovamente Favilli dopo la doppietta in Coppa.
Se invece Motta intendesse replicare il 3 5 2 ammirato contro l'Ascoli, ecco che Pajac e Criscito si troverebbero a giocare assieme, il primo largo e il secondo in difesa, con conseguente esclusione di Pandev, ma l'impressione è che il talento del macedone sia al momento imprescindibile.
In casa Lecce, Liverani, reduce da una sonora batosta in coppa Italia, dovrà fare a meno di Lapadula e Rossettini, entrambi ex genoani e squalificati. In avanti è ballottaggio tra Babacar e Falco per una maglia al fianco di La Mantia.Ultima trasferta prima di un derby da paura che il grifone spera di poter affrontare con un pizzico di fiducia in più dopo la missione pugliese.



Pubblicato il 6 / 12 / 2019

Articoli simili