Restyling Giardini Baltimora

Meglio conosciuti come "giardini di plastica", i Giardini Baltimora, nell'area dell'ex via Madre di Dio, tra le Mura del Barbarossa e il palazzo della Regione Liguria, sono stati oggetto di una delibera di Giunta che prevede il loro completo restyling.

Ad essere approvato, su proposta degli assessori Simonetta Cenci, Stefano Garassino e Pietro Piciocchi, è il progetto definitivo di "Messa in sicurezza e riqualificazione dei Giardini Baltimora" - in attuazione al Decreto Sicurezza trasformato in L.132/2018 - che ha lo scopo di rendere l'area più accessibile e fruibile per tutti, tenendo conto anche di quegli elementi di coesione sociale, inclusione e sicurezza, fondamentali in un progetto sostenibile.

Le aree d’intervento, situate nel pieno centro di Genova, sono dotate di grande potenzialità per quanto riguarda la socializzazione e l’aggregazione. Le superfici pedonali, attraversate dagli utenti per raggiungere i diversi uffici pubblici, sono in stato di degrado a causa della tipologia del porticato che crea poca visibilità e favorisce situazioni di vita marginali, spesso al di fuori della legalità. Nasce quindi la volontà e la necessità di valorizzare l’area, apportando migliorie in termini di riqualificazione urbana sostenibile e promuovendo la collocazione di servizi d’interesse pubblico e di richiamo al suo interno, coadiuvati da impianti di videosorveglianza e di illuminazione a garanzia della tutela e della sicurezza dei fruitori.

Nello specifico per l’area di intervento per quanto riguarda il tema della sicurezza si è prevista la realizzazione di un tamponamento di un tratto significativo del porticato con vetrate in armonia con l’architettura dell’edificio. Ciò permetterà di ricavare locali accessibili a tutti, che verranno successivamente concessi, attraverso un Bando, a privati che gestiscano l’attività di servizio pubblico, da individuare.

Prevista anche l’installazione di 10 telecamere di videosorveglianza e 8 cancelli collocati nei punti di accesso.

La riqualificazione si attua attraverso:

- il rinnovo dell’area giochi, con inserimento di giochi inclusivi;

- lo sfalcio e la potatura del verde, finalizzato all’eliminazione di parti inaccessibili alla vista;

- la realizzazione di un’area cani;

- la realizzazione di un nuovo sentiero;

- la pulizia di alcuni tratti murari;

- l’integrazione, ove necessario, di segnalamenti LOGES per i portatori di handicap.

Il costo complessivo è di € 395.000



Pubblicato il 7 / 12 / 2019

Articoli simili