Samp-Pescara, che cambiamento rispetto all'andata!

Sampdoria-Pescara un girone dopo. Sono trascorsi quasi 150 giorni da quella sfida che cambiò il destino dei blucerchiati in questa stagione. Da quel 16 ottobre sono cambiate molte cose in casa Samp. La situazione di Giampaolo era appesa a un filo, la squadra aveva perso solidità difensiva e faticava maledettamente a trovare il goal. In mesi di duro lavoro abbiamo assistito alla crescita esponenziale di elementi come Skriniar, Torreira, Schick e Praet e oggi la Samp si trova stabilmente nella parte sinistra di classifica. Domani sera al Ferraris i blucerchiati affronteranno la squadra guidata da Zeman con più tranquillità e consapevolezza nei propri mezzi. Da un Bogliasco blindato per lavorare lontano da occhi indiscreti, arrivano poche informazioni su possibili cambi di formazione. I dubbi maggiori riguardano i terzini. Sala e Pavlovic al momento appaiono in vantaggio sulla concorrenza. Con loro due in campo, la Samp ha sempre vinto in questa stagione. È successo a Empoli nella prima giornata e a Marassi contro l'Atalanta. Insomma due elementi di maggior spinta rispetto alla coppia Regini-Bereszinsky che eravamo abituati ad osservare. È ciò che chiede Giampaolo per mettere in difficoltà un Pescara votato all'attacco in puro stile zemaniano. Attenzione ai diffidati in vista del derby. Viviano e Linetty rischiano di saltare la stracittadina. Il portire blucerchiato scenderà comunque in campo, mentre il polacco è in ballottaggio con Edgar Barreto e potrebbe quindi accomodarsi in panchina. Bruno Fernandes va verso la conferma, mentre Muriel e Quagliarella torneranno a comporre la coppia d'attacco.

Alessandro Bacci



Pubblicato il 3 / 3 / 2017