Autostrade: il commento di Alice Salvatore

 "Ore di fila per fare pochi chilometri. Gallerie dove scorrono fiotti d’acqua. Frane. Crolli. Cantieri che riducono le carreggiate però senza operai al lavoro", dichiara la capogruppo regionale Alice Salvatore, che poi ricorda: "Lo scorso agosto, alla commemorazione del crollo del Ponte Morandi, Giovanni Toti disse: 'Le grandi società come Autostrade vanno tutelate'. Già, tutelare i Benetton e i loro soci. Da Salvini, Rixi e da tutti loro, a un anno del crollo del ponte, uscirono parole affettuose verso Società Autostrade. Togliere le concessioni? Follie del MoVimento 5 Stelle".

"Giovanni Toti è presidente della Regione da 5 anni. È dimostrato dai fatti e dai documenti che non è stata attuata nessuna pianificazione e non si è dato corso a nessun progetto per diminuire il dissesto idrogeologico della Liguria. Arriva il periodo più piovoso, come tutti sanno e si aspettano. La Regione si piega al dissesto ignorato e il territorio frana ovunque. Case distrutte, sfollati, paesi interi isolati. Arriva il periodo natalizio, e anche qui chiunque sa che il traffico aumenterà a dismisura verso e fuori la Liguria".- continua dura la Salvatore -

"Dopo aver lasciato (e forse ora si capisce perché) il Governo, la Lega, e la destra di Toti, lottano con forza per garantire ad Autostrade la costruzione di 54km di gallerie e ponti. La famigerata Gronda dei Benetton. Tutti cercano soluzioni migliori, si fanno calcoli per evitare lavori con montagne piene di amianto e interferenza con i fiumi sotterranei per evitare altro dissesto idrogeologico. La Lega e Toti dicono invece di dare tutto ad Autostrade, e di fare presto".

"In 5 anni - conclude - si possono fare tantissime cose: come mai la situazione continua a peggiorare? Perché proprio quando il Governo spinge per la revoca delle concessioni ad Autostrade, si crea un blocco mai visto? Domande cui io ho risposte, ma non sempre si possono dire. I liguri però lo sanno. E non dimenticano".Conclude la capogruppo M5S in Regione.

Non accenna a placarsi la guerra in Regione che vede da una parte il M5S e il Pd che ogni giorno chiedono spiegazioni su ciò che deve essere fatto per risanare il dissesto idrogeologico e i forti problemi del traffico del dopo crollo ponte Morandi.

 



Pubblicato il 30 / 12 / 2019

Articoli simili