Grido di Allarme della USB dei Vigili del Fuoco

Abbiamo ascoltato la dichiarazione di Enrico Piccardo, Coordinatore Nazionale USB VVF, che ci ha illustrato l'attuale situazione del soccorso tecnico dei Vigili del Fuoco, integrato a quello medico.

"Siamo prossimi alla fine di un servizio pubblico di eccellenza – esordisce Piccardo - fiore all'occhiello a livello nazionale."

L'accordo tra VVF e il 118 Regione Liguria ha l'obiettivo di portare su scenari impervi (marittimi, terrestri, incidenti ferroviari o sul lavoro e ogni situazione di emergenza) una squadra composta da due piloti, uno specialista elicotterista, due sommozzatori o due aereosoccorritori - a seconda del tipo di soccorso - un medico e un infermiere.

Un'idea, quella di associare il corpo dei vigili del fuoco al soccorso sanitario, che nasce negli anni '90, preocorritrice di un servizio che le normative europee richiedono, e che presumibilmente terminerà a giugno 2020 a causa di un fallimento della politica locale e nazionale e del dipartimento VVF.

Il Dipartimento infatti non ritiene più essenziale mantenere questo tipo di attività, in favore di obiettivi diversi, tra i quali la lotta agli incendi boschivi.

"Come organizzazione sindacale – afferma Enrico Piccardo - enunciamo l'incapacità del dipartimento nella gestione dei turnover pensionistici del reparto volo dei VVF liguri, che ha portato ad oggi una carenza di personale tale da causare la chiusura del servizio. Di conseguenza verrà affidato ad enti privati, per quanto una sentenza del 2018 del Consiglio di Stato legittimi in toto questo tipo di accordo e ne descriva i vantaggi economici e qualitativi. Combatteremo fino all'ultimo affinchè questo servizio resti pubblico."



Pubblicato il 10 / 1 / 2020

Articoli simili