Samp, quali tattiche per il derby?

Porte chiuse a Bogliasco. Già da oggi Marco Giampaolo ha deciso di lavorare lontano da sguardi indiscreti. Nessuna indicazione sulla possibile formazione, anche se il tecnico non sembra intenzionato a snaturare la squadra in vista del derby. Uno dei punti di forza della Samp, e talvolta anche uno dei suoi limiti maggiori, è la volontà di imporre in qualunque partita il proprio gioco. Nelle ultime settimane Giampaolo ha apportato qualche cambio: Praet ha giocato stabilmente nella posizione di mezzala al posto di Linetty, in ballottaggio anche nella stracitatdina, mentre sulle fasce abbiamo assistito ad ampi esperimenti. È proprio sulle corsie laterali che l'allenatore sta cercando di lavorare più intensamente in questa settimana. Il Genoa, già nella sfida di andata, aveva messo in apprensione la Samp sulle fasce. Giampaolo si affiderà probabilmente a Sala e Regini, due giocatori che conoscono già il derby della Lanterna. Decisive saranno le sovrapposizioni dei centrocampisti in fase difensiva, una tattica che ha fatto le fortune dei blucecrhiati in questa stagione. A Bogliasco si respira la concentrazione della squadra.

Giampaolo nei giorni di allenamento a porte aperte ha più volte ripetuto “dovete essere cattivi, feroci”. Chiede intensità il tecnico alla sua squadra, la chiave per imporre i prorpi ritmi sarà proprio questa. Un po' di apprensione per le condizioni di Edgar Barreto. Il Paraguyano, uno degli elementi chiave della Samp, è stato costretto a lasciare il campo sabato contro il Pescara a causa di una botta al torace. Al momento, però, non appare nulla di preoccupante, il centrocampista stringerà i denti per esserci nel derby. I tifosi hanno già risposto presente per la sfida di sabato. I tagliandi per la gradinata Sud sono completamente esauriti. Ancora qualche biglietto disponibile nella gabbia e poi sarà finalmente Derby della Lanterna.

Alessandro Bacci



Pubblicato il 8 / 3 / 2017