Nuova viabilitą in Porto

ā€

 Il porto di Genova investe 130 milioni di euro in nuove opere con «l'obiettivo di separare il traffico in entrata e uscita dal porto dalla viabilità cittadina», spiega Paolo Emilio Signorini, presidente di Pots of Genoa. 

La progettazione della nuova viabilità ha visto in una fase propedeutica la predisposizione di uno Studio di Viabilità Portuale come previsto nel “Programma straordinario degli interventi” dell’AdSP. Questo Studio, realizzato attraverso appositi modelli di micro simulazione del traffico, vede rappresentato lo Scenario attuale con le principali potenzialità e criticità, e definisce i futuri interventi suddivisi in breve, medio e lungo periodo. 

Tra le opere che verranno realizzate ci sono il prolungamento della Sopraelevata portuale, il nuovo ponte del Papa e il varco portuale di Ponente. Il piano è stato presentato in Regione Liguria dove è stato firmato il contratto di affidamento al   Raggruppamento Temporaneo di Imprese (RTI) con capofila Pizzarotti & C. S.p.A, che ha il compito di predisporre la progettazione definitiva ed esecutiva, nonché la realizzazione degli interventi stradali.

L'obiettivo è togliere entro 3 anni dalla viabilità ordinaria 3.500 tir che entrano ed escono ogni giorno dal bacino di Sampierdarena, che in prospettiva, fra 5 anni, quando sarà a regime anche il nuovo terminal Bettolo, saranno circa 5000.

 



Pubblicato il 4 / 2 / 2020

ā€

Articoli simili