Piano per la sicurezza stradale

Un piano straordinario per fare diminuire gli incidenti stradali attraverso la riorganizzazione della segnaletica e l'intensificazione del controllo della velocità è stato presentatoieri a Palazzo Tursi. 

Il progetto prende corpo dai suggerimenti scaturiti dal lavoro di un tavolo interistituzionale tra Polizia di Stato, Prefettura di Genova e  Plizia locale per organizzare un osservatorio sull’incidentalità stradale.

Il Comune ha redatto un Piano di Segnalamento per cercare di ridurre le incertezze e le indecisioni nell’interpretazione dei segnali stradali. Oltre a ciò la Direzione Mobilità e Trasporti ha avviato, nei mesi di novembre e dicembre 2019, una sperimentazione che sarà seguita, a breve, dalla stesura di un Piano Straordinario di Manutenzione.

Oggetto dei primi due mesi di verifica è stata la segnaletica stradale verticale della direttrice levante-ponente di corso Europa. Sono stati confermati i segnali ritenuti coerenti per quanto riguarda contenuto/contesto ed efficienti in termini di visibilità/stato di conservazione. Sono stati anche rilevati, per entrambe le direzioni, tutti i cartelli in contraddizione con i precedenti, ridondanti, scarsamente visibili e in cattivo stato di conservazione che necessitano di intervento.

A conclusione del monitoraggio si è predisposto un piano di intervento sul tratto analizzato – che ha un'estensione di circa 13mila metri (somma delle due direzioni), con una previsione di 80 interventi di sostituzione, rimozione o spostamento previsti che saranno effettuati non appena verranno assegnate le risorse di bilancio del 2020. L'attività proseguirà su tutte le principali direttrici della città, con priorità fissate in base alle statistiche dell’incidentalità, individuate dalla Polizia Locale.

Nello specifico, saranno interessati i 3 assi principali della Valbisagno (sponda destra e sinistra del Bisagno e direttrice Sardegna/de Stefanis), la via Aurelia sia a levante (da Corso Italia a Nervi) che a ponente (da Sampierdarena a Voltri) e i 3 assi principali della Valpolcevera (sponda destra e sinistra del Polcevera e direttrice Fillak/Canepari/Rossini/Teglia). Oltre al riordino di tutta la segnaletica verticale sarà organizzata anche la ritracciatura della segnaletica orizzontale, in modo da dare visibilità e rafforzare l'efficacia dell'intervento nel suo complesso.

L’attività sarà organizzata in tre fasi di intervento, ognuna delle quali della durata di due mesi; gli assi della Valpolcevera verranno trattati per ultimi, in modo che l’intervento possa cronologicamente essere attuato a conclusione dei cantieri che interessano la realizzazione del nuovo ponte. Il Comune di Genova ha inoltre previsto interventi infrastrutturali per la prevenzione degli incidenti stradali.

E’ inoltre in corso di progettazione una campagna di prevenzione del rischio stradale, attraverso l’utilizzo di vari media e l’identificazione di diversi target di età, partendo dai bambini delle scuole primarie fino ad adulti nella fascia oltre i 24 anni. Saranno diffusi messaggi ad hoc, per informare gli utenti della strada e per sensibilizzarli ad assumere un atteggiamento più responsabile.

 



Pubblicato il 18 / 2 / 2020

Articoli simili