Picasso torna a vivere nel libro di Beatrice Minella

Il destino di tre donne si incrocia in una storia lunga più di un secolo e sullo sfondo grande Pablo Picasso, che entra ed esce dalla scena con la superba maestria che lo contraddistingue. Arte e amore insieme nel nuovo libro della giovane autrice genovese Beatrice Minella: ‘Il peso della verità” (De Ferrari Editore; 120 pagine; 12,90 euro) prende vita dalla grande passione per l’arte di Beatrice, laurea magistrale in Storia dell’Arte e iscritta alla Specializzazione in Beni Storico-Artistici. Dopo l’esordio con ‘Serenata per Adele’, storia che ha come protagonista Gustav Klimt, e il seguente ‘Il risveglio del passato’, in questo suo terzo romanzo racconta di Pablo Picasso e di tre donne appartenenti a tre diverse epoche, tra cui la moglie del leggendario pittore Olga Chochlova, in una chiave mai vista prima. Un libro che parte dalla scomparsa di un ritratto di Pablo Picasso, da quel momento si uniranno le storie della giovane e inquieta Amanda, la misteriosa Madeleine e la romantica Olga? Attraverso tre differenti piani narrativi, un racconto al femminile si snoda fino al suo sorprendente epilogo. E i ruoli maschili, questa volta, fanno da contorno alle vicende che si susseguono. Ecco così emergere Giampaolo, padre assente e distratto, che scompare e riappare nella vita di Amanda. O Christian, affascinante esperto d’arte, che torna dall’adolescenza con un conto da saldare.



Pubblicato il 6 / 3 / 2020

Articoli simili