I dati liguri sui contagi del Covid19 migliorano

ā€¨

“I dati  sono lievemente positivi rispetto all’andamento dell’epidemia, sono tali perché risentono del comportamento virtuoso della maggior parte dei cittadini. I numeri, però, non giustificano assolutamente comportamenti sconsiderati. Le misure di contenimento sono state prorogate per le prossime due settimane proprio perché funzionano, danno risultati, e sono l’unico modo per aiutare chi lavora negli ospedali, chi cura i malati a casa e per ridurre il numero dei ricoverati e, soprattutto, dei decessi. È fondamentale avere ancora grande attenzione”. Il presidente di Regione Liguria Guovanni Toti così dichiara  facendo il punto sulla situazione Coronavirus.

“Sul fronte dei dispositivi di protezione individuale, abbiamo effettuato ordinazioni dalla Cina per 5milioni di mascherine chirurgiche, di cui 3 già arrivati e 2 milioni in viaggio – puntualizza il governatore - Sul fronte delle Ffp2, in Cina ne sono state ordinate 771.500, ne sono arrivate 201.500 (in questa cifra rientrano 21.500 da donazioni, di cui 1500 da Liguria Digitale), 30mila sono in viaggio e 540mila in produzione a un ritmo di 25mila al giorno. Sempre per quanto riguarda le Ffp2, negli Stati Uniti ne sono state ordinate 500mila, di cui metà in viaggio e metà in produzione.  Sul fronte donazioni Aspi ha fatto arrivare 70mila mascherine chirurgiche alla Protezione civile regionale, mentre Salini Impregilo 8mila del tipo Ffp2, sempre alla Protezione civile regionale”.

I test sierologici – aggiunge - vedono un trend crescente: sono 25mila i sanitari che avranno il controllo sierologico, per ora sono 2mila i test effettuati. I positivi sono risultati sotto il 3%. Nelle RSA saranno 20mila i test sierologici su personale sanitario, pazienti e anche personale amministrativo. Ne sono già stati effettuati 1000. Nei prossimi dieci giorni saranno completati tutti, e  verranno effettuati ulteriori 2000 test”.

Verranno effetuati prossimamente test sierologici su 2400 donatori di sangue di tutte le province, persone tra i 18 e gli 80 anni, scelti a scopo statistico tra coloro che hanno già donato sangue dal gennaio scorso. 

 i 186 marittimi filippini a bordo della Splendida  sono partiti  per Fiumicino, e da lì partiranno con voli charter verso il loro Paese. Per le restanti persone a bordo, la situazione è immutata, come anche per le circa 200 persone di origine indiana a bordo: per adesso  il loro Paese non ha dato disponibilità ad accoglierli. Ci sono anche dei marittimi croati e rumeni, che potrebbero essere accompagnati via gomma su pullman dedicati nei rispettivi paesi.

Sulla Opera la situazione è immutata. Si aspetta l’esito di 32 tamponi (23 sulla Splendida e 9 sulla Opera) effettuati dalla sanità marittima in collaborazione con Asl3 su altri marittimi extraeuropei che, se negativi, consentiranno alla compagnia di farli partire su voli di linea. La situazione sanitaria a bordo delle due navi è delicata. 



Pubblicato il 3 / 4 / 2020

ā€¨

Articoli simili