La Liguria si blinda per Pasqua

.Pasqua sorvegliata in Liguria e blindata all’arrivo da altre regioni, in pieno accordo con i sindaci. Il messaggio lanciato dal presidente di Regione Liguria Giovanni Toti è chiaro e univoco: “state a casa, la Liguria è chiusa per Pasqua”.

Per disincentivare all’arrivo di eventuali vacanzieri o proprietari di seconde case su tutto il territorio regionale sono previsti posti di blocco su strade e autostrade, polizia municipale e protezione civile regionale schierata ovunque. Un fronte compatto per fare in modo che nessuno oltrepassi gli Appennini e sbarchi in terra ligure. Vietato anche l’accesso alle spiagge e per renderlo ancora più operativo i sindaci saranno autorizzati a chiudere gli arenili, se fosse necessario. 

Il blocco per pasqua arriva in una giornata in cui in Liguria sono stati effettuati 925 tamponi, saliti in totale a 18446 dall’inizio dell’emergenza e in cui sono state 59 le persone positive al Covid – 19 registrate, gli ospedalizzati sono stati 1257 (5 in meno di ieri) e sostanzialmente stabili i pazienti in terapia intensiva (154) con 28 deceduti.

Un appello alla blindatura sottoscritto anche da tutti i sindaci e dai primi cittadini dei comuni capoluogo che hanno ribadito di aver intensificato i controlli lungo le strade e la linea litoranea, e di aver chiuso le spiagge per fare in modo che il sacrificio non vada disperso. Liguria chiusa con la speranza però di riaprirla al più presto.
 



Pubblicato il 10 / 4 / 2020

Articoli simili