Samp, Schick come Icardi. Giampaolo verso il rinnovo

Sono due le priorità in case Sampdoria: Patrick Schick e Marco Giampaolo. Il talento ceco è nel pieno della sua esplosione calcistica, i suoi numeri sono di altissimo livello. Poco meno di 1000 minuti giocati e 9 goal alla sua prima stagione in serie A. Solo un giocatore nella Samp aveva fatto meglio negli anni precedenti: quel Mauro Icardi che al suo esordio in serie A trovò subito 10 reti consacrandosi nel grande calcio. L'argentino lasciò la Samp per soli 12 milioni, questa volta la Samp si è tutelata con la clausola rescissoria su Patrick Schick, che appare già un predestinato. Per uno strano scherzo del destino lunedi sera Schick e Icardi, il presente e il passato della Sampdoria, si ritroveranno uno contro l'altro, pronti ad accendere una battaglia a distanza a suon di goal. Schick è sempre più corteggiato non solo in Italia ma anche all'estero. Inter e Juve hanno mostrato un notevole interesse, ma attenzione all'Arsenal e al Tottenham che nel corso della prossime ore incontreranno l'agente del giocatore per un sondaggio.

Capitolo Giampaolo. Emergono i primi dettagli sul possibile rinnovo di contratto con la società blucerchiata. Il prolungamento dovrebbe essere biennale, fino al 2019 con una conseguente rivalutazione salariale. Attualmente il tecnico di Bellinzona percepisce 800mila euro a stagione. Con il nuovo contratto il suo stipendio arriverebbe a circa 1 milione e 100 mila euro più bonus, la stessa cifra che percepiva Sinisa Mihajlovic a Genova. Una proposta importante, che sancisce la piena condivisione del progetto blucerchiato tra allenatore e società. Un modo anche per tutelarsi dal valzer delle panchine in serie A che si prevede nel corso dell'estate. Manca solo la firma, molto attesa per iniziare già a programmare la prossima stagione senza colpi di scena in panchina come accaduto con il suo predecessore Vincenzo Montella.

Alessandro Bacci



Pubblicato il 29 / 3 / 2017