Arcelor Mittal: nuova protesta

Non si riesce a trovare pace per i lavoratori genovesi di Arcelor Mittal. 

Nella giornata di ieri la proprietà ha inviato ai sindacati e all'Inps una nuova richiesta di cassa integrazione per 600 persone  a seguito del calo di lavoro per l'emergenza sanitaria del Covid 19. 

Dalle 7 di questa mattina i lavoratori hanno, quindi, riniziato la loro protesta. 

I cassintegrati si sono radunati  dalla portineria del varco merci bloccando  i mezzi in entrata e in uscita dallo stabilimento, come già deciso dagli operai di Novi Ligure.

Inoltre da wquesta mattina i lavoratori osserveranno lo sciopero di un'ora per ogni turno. 

Ieri intanto la società di mutuo soccorso Guido Rossa, che riunisce molti lavoratori ex Ilva, ha costituito un fondo di solidarietà da destinare ai lavoratori che si trovano in cassa integrazione e hanno un reddito sotto una certa soglia. 



Pubblicato il 21 / 5 / 2020