Samp: a San Siro sconfitta per 2-1

Non basta una ripresa giocata in modo gagliardo e concreto alla samp per uscire anche solo con un punto dall'ostica trasferta milanese. I nerazzurri di conte hanno la meglio nel confronto valevole come recupero della 25 giornata di serie a e che ha coinciso con il ritorno in campo dei blucerchaiti dopo la sosta per la pandemia.

Ranieri mischia le carte e senza capitan quagliarella schiera un prudente 3 5 1 1 con la gumina all'esordio come centravanti e Murru e Thorsby esterni, mentre Ramirez fa il trequartista.

L'inter prende subito il controllo del match e chiude il primo tempo con un saldo vantaggio di due reti, la prima segnata dal bomber Lukaku su giocata da play station di christian eriksen, la seconda su gentile concessione di una difesa sampdoriana molto larga e siglata da Lautaro Martinez su assist di Candreva.

Ad una samp praticamente sparita dai radar nel primo tempo occorre un episodio per irentrare in partita. Episodio che arriva a inizio ripresa quando su aziona da angolo Thorsby insacca in tap in una capocciata di Colley ribattuta dalla traversa. Per il biondo norvegese è il primo gol in serie A.

Da lì in poi la gara cambia: i nerazzurri, forse stanchi dopo l'impegno di coppa e forse intimoriti dalla propria incapacità di chiudere il match stentano e la Samp prende terreno e costruisce anche qualche occasione. Murru prova da fuori senza successo e ancora Colley tenta di testa senza fortuna.

L'ingresso di forze fresche nella ripresa con i cinque cambi possibili per il nuovo regolamento finiscono però per dire meglio all'Inter che riesce infne a portare in porto il risultato.

Il rammarico di Ranieri esiste dunque per una squadra capace di intimorire un avversario probabilmente fuori portata, ma ora, appianati i conti con le avversarie più accreditate per la lotta salvezza, la battaglia vera comincia a partire dal turno infrsettiamanale con i blucderchiati di scena a Roma contro i giallorossi.



Pubblicato il 22 / 6 / 2020